Per una Musica biologicamente sensata nell’ottica della Nuova Medicina Germanica

Amici di Dirk-Ediciones de la Nueva Medicina, ES, 2008

Edizione con 2 DVD

Il professor Helmut Calgéer, direttore del dipartimento di Musica dell’Università di Tübingen esprime il suo entusiasmo per la Musica Biologicamente Sensata.

« Ed ora è avvenuto qualcosa di pressoché incredibile: la Musica e la Nuova Medicina Germanica ad un tratto si sono legate strettamente l'una all'altra, cosicché la Musica contiene le Cinque Leggi Biologiche della Natura! Accade pertanto che la Musica contiene cinque leggi biologiche naturali ferree. Una condizione, finora, pressoché inimmaginabile!

Alla base di questo studio ci sono, ad esempio, i diversi movimenti di una stessa Sinfonia, dove ciascuno di questi movimenti rappresenta un Programma Speciale con Senso Biologico della Natura, quindi un avvenimento conflittuale biologico della vita del compositore, illustrato con le note anziché con le parole. Ne consegue che non solo la Musica acquista ora una dimensione mozzafiato, ma le Cinque Leggi Biologiche della Germanica -così come noi stessi riconosciamo incantati- si possono ritrovare tanto nella musica quanto, similmente, in moltissimi altri campi: la pittura, la scultura, la danza e la poesia. Sono cadute le barriere tra le arti e la rigorosa scienza naturale delle Cinque Leggi Biologiche! »

 

Dalla prefazione del Dr Ryke Geerd Hamer

Fenometologia della Musica. L’uomo e la sua Melodia Arcaica: fenomeno tra i fenomeni

Azzali Editore, Parma, 2012

« Quando si rompono le dighe della cosiddetta “scienza” (senza coscienza), la conoscenza dilaga e l'intuizione permette nuovi collegamenti tra il fantastico e lo scientifico. In questa nuova agile opera, Giovanna mette in rapporto gli insegnamenti del padre, Beniamino Conti - «se ti interessa davvero capire come stanno le cose, non devi mai dimenticare che viviamo all’interno di un campo magnetico» - con la sua esperienza musicale, la Nuova Medicina Germanica e l'eredità del maestro Caramuta. E c'è anche un excursus tra le stelle. »

 

Dalla prefazione del prof. Giuseppe Sartori

Monteverde Irpino. Giovanna Conti riceve il Pennino d’Oro e la medaglia della Repubblica dall’On. Mario Sena per « Rue de l’arbre sec ».